Distretto del Commercio dei Castelli Viscontei


castelli viscontei
Nel 2010 Solbiate Arno entra a far parte del “Distretto del Commercio dei Castelli Viscontei”, nato dall’aggregazione con i Comuni di Jerago con Orago, Arsago Seprio, Besnate e Cavaria con Premezzo ed   ha lo scopo di sostenere e valorizzare le attività commerciali di vicinato.

 

 

Il Distretto è collocato nella porzione nord-ovest della regione Lombardia, nella zona meridionale della provincia di Varese e quindi in prossimità di quella di Milano; si tratta di un’area ad alta densità commerciale ed industriale, caratterizzata dalla presenza di numerose infrastrutture e servizi.

castelli viscontei1

I comuni del Distretto presentano una forte omogeneità sotto diversi aspetti: quello dimensionale(territorio e popolazione), su quello territoriale (natura e composizione), quello della struttura sociale. Si tratta di una peculiare situazione in cui si riscontrano allo stesso tempo identità forti interne conosciute e riconoscibili solo a chi vive i luoghi, eredità delle originarie frazioni e parrocchie  e una sostanziale unitarietà dell’identità comune.

Dopo l’allargamento al Comune di Casorate Sempione, avvenuto nel novembre 2011, l’area del Distretto si è così modificata:
cartina-allargamento

Il Distretto del Commercio dei Castelli Viscontei ha partecipato con successo ad uno specifico bando di Regione Lombardia, ottenendo il finanziamento a fondo perduto  e si sono aggiudicati i 476mila euro di fondi regionali da spendere in investimenti sul territorio.

È il progetto dei distretti del commercio di Regione Lombardia, per la promozione del commercio e la cooperazione fra le realtà amministrative, commerciali e le associazioni di categoria.

I cinque comuni hanno presentato il progetto di costituzione e sono riusciti ad ottenere un ottimo punteggio che li ha fatti entrare di diritto all’interno del sistema dei distretti.
Concretamente ciò significa che i cinque comuni, i commercianti che vi hanno aderito e le associazioni di categoria Ascom, Confartigianato, Confesercenti, Confcommercio, Uniascom, Federalberghi, Coldiretti, Camera di commercio e Cna hanno dato vita ad una cabina di regia comune per indirizzare le politiche che riguardano il commercio. Parallelamente a ciò si è mosso un corposo piano d’investimenti, pubblici e privati, per “rifare il look” delle aree commerciali e rendere più appetibile la realtà del piccolo commercio all’interno dei paesi.
Sul piatto i commercianti privati hanno messo i loro progetti d’investimento, finalizzati alla ristrutturazione delle facciate esterne dei loro negozi, per un totale di 750 mila euro.

Le amministrazioni pubbliche hanno fatto invece la loro cantierizzando alcune opere di riqualificazione dell’arredo urbano e della viabilità. E il tutto è stato finanziato dalla Regione con un contributo a fondo perduto di 476mila euro che è stato ripartito per il 42% a sostegno degli investimenti pubblici e per il restante 58% a sostegno di quelli privati.
Al progetto del distretto del commercio dei Castelli Viscontei hanno aderito 46 operatori commerciali, che ora, insieme ai comuni e alle associazioni di categoria, costituiscono il comitato d’indirizzo che dovrà veicolare le politiche commerciali sul territorio. Uno strumento chiamato ad incentivare il terziario all’interno dei cinque paesi coordinando e pianificando attività, eventi e strategie che consentiranno, tra le altre cose, di poter accedere ad ulteriori forme di finanziamento messe in campo dalla Regione Lombardia.

Altri obiettivi del Distretto:

Promozione e Animazione
La calendarizzazione e il potenziamento del programma eventi per creare nuove occasioni di incontro con i diversi District Users.

Interventi strutturali di qualificazione urbana
La riqualificazione di alcune aree del Distretto, anche dal punto di vista estetico con interventi sulle facciate di immobili a uso commerciale. Inoltre prevede la realizzazione di Dehors e predisposizione delle relative attrezzature e arredamento.

Accessibilità e Mobilità
La creazione di nuovi parcheggi e la riqualificazione di aree private di sosta e abbattimento delle barriere architettoniche per persone diversamente abili.
Il potenziamento del servizio Minibus comunale e della rete di piste ciclabili comunali e intercomunali.

Sicurezza
La realizzazione di un sistema di videosorveglianza integrato tra pubblico e privato.

Gestione dei servizi in comune
La creazione di una Cabina di regia per la gestione e il coordinamento dell’iniziativa e per la realizzazione di interventi di formazione e di sensibilizzazione degli operatori del Distretto.

La finalità dovrà essere un progetto permanente di intervento distrettuale volto a impedirne la desertificazione commerciale e ad  accedere ad ulteriori forme di finanziamento messe in campo dalla Regione Lombardia.

 

RASSEGNA STAMPA


12109173_734833796623412_1979551578741347653_n
Nuovo Piano di Diritto allo Studio

La Prealpina di oggi 22.10.2015 parla del nuovo Piano di Diritto allo […]

Leggi »

ORARI RICEVIMENTO


Sindaco , Assessori e Consiglieri
Leggi »