PIANO PER L’ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

3 ottobre 2014

PIANO PER L’ATTUAZIONE DEL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

“La cosa importante non è tanto che ad ogni bambino debba essere insegnato, quanto che ad ogni bambino debba essere dato il desiderio di imparare” (John Lubbock)

La nostra Amministrazione, in continuità con quanto già fatto dalle Amministrazioni che l’hanno preceduta, è oggi a presentare il Piano di Diritto allo studio, perché anche quest’anno siano garantite alle nostre scuole tutte le risorse finanziarie necessarie per promuovere un’offerta educativa stimolante che valorizzi giovani talenti, guardando con particolare attenzione alle emergenze educative e garantendo luoghi sicuri e accoglienti adeguatamente attrezzati per lo svolgimento delle attività scolastiche, pur nell’ottica della spending review e della ricerca di nuove strategie di gestione più sostenibili.
Trovo interessante fare un bilancio dei cinque anni dell’Amministrazione passata, guidata dal dott. Riganti, dove la scuola e l’istruzione sono sempre stati di primaria importanza per le scelte di bilancio. In 5 anni sono stati investiti nella scuola quasi 1 milione e 800 mila euro. Da qui ripartiamo oggi con il desiderio di mantenere e dove possibile migliorare i servizi offerti e le iniziative proposte.

Nell’educazione dei minori tre “attori” giocano un ruolo fondamentale: la Famiglia, la Scuola e l’Ente Locale. Nessuno dei tre è sufficiente e senza uno dei tre il successo educativo è difficile. Pertanto è necessaria una sinergia tra le parti per il bene dei nostri figli e in quest’ottica ci muoveremo come Amministrazione Comunale, in primis collaborando strettamente con la Scuola.
La costante interazione con la Scuola diventa come ogni anno il primo strumento per l’adeguamento dei servizi, per il sostegno annuale alla programmazione educativa e didattica e per la ricerca di qualificati strumenti per l’integrazione di alunni in situazione di handicap e di minori stranieri. Il nostro intervento è quotidiano, con azioni rapide ma discrete, che in nessun modo interferiscano con il complesso e delicato lavoro del corpo docente. La collaborazione con il dirigente scolastico e con il suo DSGA sono stati improntati negli anni passati sul reciproco rispetto e ascolto in un clima di distensione. Cogliendo l’occasione per congratularmi per la sua recente nomina con la dott.ssa Capello, nuovo dirigente scolastico del nostro Istituto comprensivo, mi auguro che il nostro lavoro insieme possa continuare ad essere proficuo ed efficace come lo è stato con il suo predecessore.

Altro attore del processo educativo è la famiglia, sono i genitori degli studenti: negli ultimi anni del mio precedente mandato è stato possibile migliorare le dinamiche dei rapporti tra Istituzione e genitori, cercando di coordinare meglio gli interventi fatti per la Scuola dall’Associazione genitori in sinergia con gli interventi comunali, pur nel rispetto della loro autonomia.
Permettetemi in questa sede di ringraziare i papà dell’Associazione genitori della nostra

scuola elementare che durante l’estate hanno volontariamente imbiancato una parte delle aule del plesso “I pini”: oltre ad avere fatto un ottimo lavoro facendo risparmiare risorse pubbliche (si ringrazia anche la Lak Plaster di Lombardi Carlo di Caronno Pertusella per la donazione delle vernici e il sig. Mazzetti Franco per l’interessamento) hanno dato un ottimo esempio di cittadinanza ai nostri figli.

Per entrare nello specifico dei nostri interventi, il nostro sforzo principale è sempre stato e sarà sempre rivolto a quegli interventi fondamentali per garantire la pari opportunità formativa in situazione di disabilità o forte disagio, mettendo in campo risorse con grande fatica di bilancio, anche laddove siano venuti a mancare finanziamenti fino a ieri dovuti in tale campo da altri Enti: mi riferisco soprattutto al nostro intervento con l’assistente comunale alla didattica, intervento che fatichiamo a finanziare ma che sentiamo importante come fattivo supporto al corpo docente, sopperendo ad alcuni tagli importanti imposti dal Ministero alla disponibilità del personale docente.
In questi tempi così incerti importantissimo è per noi sostenere le famiglie, cercando di ridurre il peso economico del percorso educativo.
In particolar modo penso alla scuola materna, considerata dalla nostra amministrazione di fondamentale importanza per il territorio e per i nostri cittadini: il cospicuo contributo alle spese dato all’ente in varie forme (circa 1000 euro/bambino ogni anno), permette di calmierare le rette e contemporaneamente di preservare questa preziosa realtà, sempre più in difficoltà economica.
Ci impegneremo, nei limiti delle possibilità finanziarie dell’Ente Locale, a fornire un concreto sostegno alle famiglie in difficoltà che si attua con sussidi e agevolazioni per l’accesso ai servizi scolastici.
Il contesto economico e legislativo di generale riduzione degli stanziamenti e delle entrate, ci hanno portato in questo ultimo anno, come negli anni precedenti a fare scelte prioritarie a favore del Piano per mantenere i complessi equilibri di bilancio.

Questo risultato è stato possibile con un’attenta programmazione e un controllo efficace dei singoli capitoli di spesa, limitando dove possibile le uscite: le tariffe dei servizi non verranno modificate, ma garantiremo il mantenimento di tutti i servizi e progetti educativi.
Penso in modo particolare al nostro ottimo servizio di attività integrative in

collaborazione con City Service. Riteniamo che questo tipo di servizio sia fondamentale per le famiglie di lavoratori, fornendo loro non semplicemente un “parcheggio” per i figli ma ritenuto anche dalle insegnanti curriculari un valido strumento a sostegno della didattica.
Per quanto riguarda i progetti educativi di proposta comunale, cercheremo di incentivare l’inserimento nell’offerta formativa delle nostre scuole di quelli interessanti già offerti dal territorio (penso ad esempio a quelli proposti da COINGER a tema ecologia e ambiente) e da noi proposti nell’ambito dei nostri appalti (ad esempio le proposte di educazione alimentare inserite nel capitolato dell’appalto mensa, argomento sempre interessante e quest’anno ancora di più, visto il tema dell’EXPO 2015), ma anche di favorire il legame della scuola con il territorio attraverso le nostre associazioni di volontariato, ad esempio con l’interessante intervento della nostra Protezione Civile riguardo il tema della sicurezza.
In questi giorni ci stiamo facendo promotori, in collaborazione con l’Associazione genitori e in accordo con la scuola, della progettazione di un PEDIBUS, progetto con forte valenza educativa non solo perché insegna ai bambini a fare movimento e a rispettare l’ambiente, ma favorisce la loro socializzazione e la loro conoscenza del territorio.
Il presente documento fornisce una previsione generale dell’indirizzo di questa
Amministrazione per l’attuazione del diritto allo studio per l’anno scolastico appena avviato; nella fase operativa le previsioni verranno calate per quanto possibile nel concreto ed adeguate in relazione alle singole esigenze scolastiche e didattiche.

Solbiate Arno, 30 settembre 2014

L’Assessore alla Pubblica Istruzione
Stefania Risetti

INDICE

1. INTERVENTI DI SOSTEGNO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ………………………..2
2. INTERVENTI PER GARANTIRE LA PARI OPPORTUNITA’ FORMATIVA …………….5
3. SERVIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA’ DELL’ISTRUZIONE …………6
4. SERVIZI PER LA GESTIONE, LA MANUTENZIONE E IL MIGLIORAMENTO DEGLI STABILI ………………………………………………………………………………….8

1. INTERVENTI DI SOSTEGNO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO

1.1 Servizio di ristorazione scolastica scuola primaria

L’appalto per la ristorazione scolastica è stato aggiudicato alla “DUSSMANN SERVICE Srl”, con sede operativa a Capriate S. Gervasio (BG), per il periodo settembre 2014 – giugno 2017. I pasti, come in passato, continueranno ad essere preparati nella cucina della mensa, seguendo le indicazioni nutrizionali di comprovati esperti nutrizionisti e con il controllo e la vigilanza degli Enti sanitari preposti, nel rispetto delle normative vigenti in materia. A vigilanza del miglior svolgimento possibile del servizio verrà nominato il Comitato Mensa.
Anche per l’anno in corso, oltre al servizio principale di fornitura dei pasti, la società si impegna a proporre agli studenti della scuola primaria una serie di corsi di educazione alimentare mirati a fornire uno strumento valido di prevenzione primaria. Inoltre nel corso dell’appalto è prevista l’introduzione di migliorie all’attrezzatura e ai locali mensa.
Il costo del buono pasto a carico delle famiglie è rimasto pari ad Euro 4,50 (a fronte di un costo effettivo di Euro 4,59 + IVA).
Spesa presunta a carico del Comune di Solbiate Arno: € 4.000,00

Anche per l’anno in corso le famiglie non avranno l’onere dell’acquisto dei buoni pasto cartacei ma potranno usufruire della modalità di ricarica prepagata gestita dalla società aggiudicatrice con un sistema informatizzato raggiungibile dall’utente presso punti vendita locali autorizzati.

1.2 Fornitura libri di testo e materiale scolastico

Scuola primaria

L’Amministrazione Comunale, in attuazione della normativa regionale di riferimento, interviene a totale copertura delle spese per la fornitura dei libri di testo della scuola primaria:
Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 5.500,00

Si provvede inoltre all’acquisto di attrezzature e di materiale di consumo (cancelleria, toner, materiale per laboratori), dei registri per le insegnanti e di attrezzature e prodotti per le pulizie ordinarie eseguite dal personale ATA.
Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 4.000,00

Viene fornito dall’Amministrazione comunale un fotocopiatore a noleggio.

Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 1.680,00

Dote scuola

L’art. 8 della L.R. 06/08/2007 n. 19 stabilisce lo stanziamento di fondi per l’accesso, la permanenza e la libertà di scelta educativa delle famiglie, assegnando la Dote scuola per studenti da 6 a 18 anni. La Regione Lombardia conferma anche quest’anno il finanziamento; gli interessati dovranno compilare la modulistica relativa on line sul sito della Regione Lombardia e consegnare la domanda stampata in Comune. La Regione Lombardia comunicherà alla famiglia l’esito della domanda e provvederà ad assegnare i buoni per le diverse spese scolastiche.

1.3 Borse di studio

L’art. 34 della Costituzione italiana afferma: “i capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi”. È in questo spirito che l’Amministrazione comunale ha istituto dal 1988 borse di studio per studenti meritevoli che abbiano superato l’anno scolastico precedente con merito e siano iscritti ad una scuola superiore o al primo anno di università, secondo quanto previsto dal Regolamento. In questo modo, con un piccolo segno (€ 300,00 per ogni borsa di studio), si vogliono premiare i risultati ed incentivare la prosecuzione degli studi a livelli più alti.
Dall’anno scolastico 2010/2011 viene erogata una ulteriore borsa di studio destinata alla

migliore votazione di laurea e intitolata alla memoria della Prof.ssa Duchini, nostra illustre concittadina e promotrice dell’istruzione per il nostro territorio.
Anche per l’anno scolastico in corso l’Amministrazione comunale conferma la volontà di

assegnare borse di studio a studenti meritevoli.

Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 2.400,00

1.4 Servizi di pre-scuola e attività integrative

L’appalto per servizi di pre-scuola e per servizi di attività integrative è stato affidato per il periodo settembre 2014 – giugno 2015 alla cooperativa “City Service” di Busto Arsizio.

L’Amministrazione comunale ha deciso di non modificare le tariffe per l’anno scolastico in corso, mantenendo tariffe differenziate per il dopo scuola in base alle esigenze delle famiglie, come si evince dalla tabella allegata.
Spesa presunta a carico del Comune di Solbiate Arno: € 12.500,00

1.5 Sostegno alle famiglie

L’Amministrazione interviene coprendo le spese per il pagamento dei servizi scolastici delle scuole dell’obbligo e per il pagamento delle rette della scuola dell’infanzia per le famiglie particolarmente disagiate.
Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 12.000,00

2. INTERVENTI PER GARANTIRE LA PARI OPPORTUNITA’
FORMATIVA

2.1 Inserimento e socializzazione alunni diversamente abili o in difficoltà

Il Comune di Solbiate Arno provvede al servizio di assistenza ad personam degli alunni residenti portatori di handicap frequentanti le scuole che necessitano di supporto per agevolarne l’integrazione scolastica e favorirne l’inserimento nelle migliori condizioni possibili. Il servizio viene garantito dalla cooperativa sociale City Service di Busto Arsizio.
L’obiettivo è quello di consentire l’inserimento nelle strutture scolastiche di chi si trova in difficoltà fisiche e permettere la socializzazione dei minori con difficoltà di apprendimento.
Gli alunni di Solbiate Arno che al momento hanno accesso a tale servizio per l’anno

scolastico in corso sono 5.

Le tre amministrazioni comunali di Solbiate Arno, Carnago e Oggiona S. Stefano, secondo quando stabilito dalla convenzione per la gestione della scuola secondaria di primo grado e come già fatto negli anni precedenti, provvedono inoltre ad un ulteriore servizio di sostegno alla didattica per un totale di 17 ore settimanali.

Spesa sostenuta: € 36.400,00

2.2 Sportello psico-pedagogico

Il Comune di Solbiate Arno continuerà la collaborazione con un professionista psico- pedagogo con cui, già nell’anno passato, è stato attivato un servizio di consulenza psicologica e psico-pedagogica per i bambini “che fanno fatica a scuola” e per i loro genitori. Lo scopo è aiutare quei minori che per difficoltà personali d’integrazione e/o scolastiche vedono compromesso il normale processo di scolarizzazione.
Il servizio ha avuto riscontri e esiti positivi sul territorio.

Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 1.500,00

3. SERVIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA’ DELL’ISTRUZIONE

3.1 Interventi a favore dei progetti didattici – Contributi alle scuole L’Amministrazione Comunale intende collaborare per quanto possibile alla definizione degli interventi formativi, in collaborazione con le scuole, nel rispetto dell’autonomia dei singoli Istituti.

Contributo scuola dell’infanzia

L’Amministrazione Comunale, a sostegno della qualità dei servizi formativi rivolti alla propria comunità, eroga ogni anno alla scuola convenzionata un contributo per la gestione del servizio, esclusi i costi per la manutenzione, pulizia, illuminazione e riscaldamento dello stabile comunale direttamente in carico al Comune.
Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 44.000,00

Finanziamento progetti P.O.F. scuola dell’infanzia

Con questo contributo, seppur esiguo, vogliamo dare un segnale della nostra partecipazione diretta, al processo educativo anche di questo livello di Istruzione, finanziando una parte del costo del corso “Danza educativa”
Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 500,00

Finanziamento progetti P.O.F. scuola primaria e secondaria

Vengono finanziati i progetti sulla scorta della priorità indicate dal Collegio docente. Indicata è la cifra impegnata per il progetti della scuola primaria; il finanziamento dei progetti della scuola secondaria rientrano nella cifra totale erogata in convenzione al Comune di Carnago, capo convenzione.
Per la scuola primaria vengono finanziati i seguenti progetti:

– Orientamento alla musica
– Matematica simpatica
– Divertirsi con lo sport
– A scuola in bicicletta
Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 2.560,00

Contributo scuola secondaria di primo grado

L’Amministrazione Comunale eroga un contributo annuo che comprende la gestione del servizio nella sua globalità.
Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 98.000,00

3.2 Progetti di iniziativa comunale per l’ampliamento dell’offerta formativa Reputando fondamentale lo studio di una lingua straniera e in particolare della lingua Inglese, l’Amministrazione Comunale ha confermato anche per l’anno in corso l’erogazione del corso di Inglese gestito da Istituto accreditato per gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria, con spesa a totale carico del Comune.
Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 1.500,00

Grazie al lavoro congiunto delle Biblioteche comunali dei tre Comuni convenzionati si proporranno, come ogni anno, iniziative rivolte agli studenti della scuola primaria e secondaria per la promozione della lettura.

Si proporrà un intervento della Protezione civile locale per insegnare ai bambini quali sono i pericoli presenti negli ambienti da loro frequentati e come comportarsi in caso di pericolo.

Si promuoverà la creazione del PEDIBUS, fornendo un contratto assicurativo per bambini e volontari adulti responsabili, nonché il materiale necessario (pettorine, cartelli..)
Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 1.000,00

4. SERVIZI PER LA GESTIONE, LA MANUTENZIONE E IL MIGLIORAMENTO DEGLI STABILI

Gestione corrente Scuola dell’infanzia

Spese di illuminazione, riscaldamento, pulizia, manutenzione ordinaria: Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 40.800,00

Gestione corrente Scuola primaria

Spese di illuminazione, riscaldamento, manutenzione ordinaria, spese telefoniche e smaltimento rifiuti:
Spesa a carico del Comune di Solbiate Arno: € 42.820,00

Mutui in ammortamento per nuove costruzioni

Interessi scuola dell’infanzia
€ 14.985,00
Interessi scuola primaria
€ 17.605,00


RASSEGNA STAMPA


12109173_734833796623412_1979551578741347653_n
Nuovo Piano di Diritto allo Studio

La Prealpina di oggi 22.10.2015 parla del nuovo Piano di Diritto allo […]

Leggi »

ORARI RICEVIMENTO


Sindaco , Assessori e Consiglieri
Leggi »